Elezioni in Bosnia, la grande incertezza — East Journal

Il 2 ottobre i bosniaci sono chiamati alle urne per le elezioni generali. Dominano ancora i tre maggiori partiti etnonazionalisti, ma il divario tra il gioco politico e le preoccupazioni dei cittadini è sempre più ampio Le elezioni imminenti Come ogni quattro anni, la prima domenica di ottobre si vota in Bosnia Erzegovina per i tre…

Elezioni in Bosnia, la grande incertezza — East Journal

Domani si vota.

Il 25 settembre circa 50 milioni di italiane e italiani saranno chiamati al voto per eleggere il nuovo Parlamento. Questo appuntamento segna una data storica per la Repubblica, perché, per la prima volta, potranno votare per il Senato tutte le persone con più di diciotto anni. Inoltre queste elezioni determineranno un nuovo Parlamento ridotto, composto da soli 600 rappresentanti, invece che 945. Ecco un riassunto di tutte le cose fondamentali da sapere per poter esercitare il proprio diritto di voto, da chi può votare al come, passando per la legge elettorale, fino a cosa è assolutamente vietato fare in queste occasioni.

  1. Chi può votare
  2. Dove e quando si vota
  3. Cosa portare con sé
  4. La legge elettorale
  5. Collegi uninominali e proporzionali
  6. La distribuzione dei seggi
  7. Le schede elettorali
  8. Come si vota
  9. Cosa è vietato
  10. Cosa sono e a cosa servono tagliando e bollino antifrode

Chi può votare

Per la prima volta nella storia Repubblicana, tutte le persone iscritte nelle liste elettorali del proprio Comune, con più di diciotto anni, potranno votare sia alla Camera che al Senato, mentre fino a oggi il voto al Senato era concesso solo al compimento del venticinquesimo anno di età. Sono escluse dal voto tutte le persone che hanno subito condanne penali definitive, con pene superiori ai 5 anni di età o in caso di ergastolo. Mentre i detenuti con pene inferiori possono votare all’interno delle carceri.

Dove e quando si vota

Si può votare solo nel proprio comune di residenza, presso il seggio indicato sulla propria tessera elettorale con numero e indirizzo. I seggi saranno aperti dalle ore 7 alle 23, solamente nella giornata di domenica 25 settembre 2022.

Ma esattamente come si vota il 25 settembre?

Istruzioni per arrivare preparati alle urne: come funzionano la legge elettorale Rosatellum, i collegi uninominali, le liste bloccate e le pluricandidature

Cosa portare con sé

Per poter esercitare il proprio diritto di voto, prima di presentarsi al seggio è necessario avere con sé un documento di riconoscimento emesso dalla pubblica amministrazione con foto, come la carta di identità, la patente o il passaporto. Il documento può essere anche scaduto. Possono anche essere usate le tessere rilasciate dall’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia e i tesserini di un’ordine professionale, come l’ordine dei giornalisti, ma solo se provvisti di fotografia.

Assieme al documento di identità, è assolutamente necessario avere con sé la propria tessera elettorale. Chi l’ha smarrita, o ha esaurito gli spazi per i timbri che confermano l’esercizio del proprio diritto di voto, devono richiedere un duplicato o una nuova scheda presso l’ufficio elettorale di competenza o all’anagrafe…continua

https://www.wired.it/article/voto-elezioni-25-settembre-scheda-orari-collegi-tagliando-antifrode/#intcid=_wired-it-bottom-recirc_7bfb760a-3d35-4c75-b10d-25d42ef2433e_similar2-3_fallback_popular4-1

RUSSIA: Verso la mobilitazione generale, l’ultima carta del Cremlino — East Journal

La Duma ha approvato il rafforzamento delle pene in caso di legge marziale e stato di guerra. Un passo verso la mobilitazione generale… L’articolo RUSSIA: Verso la mobilitazione generale, l’ultima carta del Cremlino… 7 altre parole

RUSSIA: Verso la mobilitazione generale, l’ultima carta del Cremlino — East Journal

RUSSIA: Verso la mobilitazione generale, l’ultima carta del Cremlino — East Journal

La Duma ha approvato il rafforzamento delle pene in caso di legge marziale e stato di guerra. Un passo verso la mobilitazione generale… L’articolo RUSSIA: Verso la mobilitazione generale, l’ultima carta del Cremlino sembra essere il primo su East Journal.

RUSSIA: Verso la mobilitazione generale, l’ultima carta del Cremlino — East Journal

RISPETTO per L’ALBERO. — Storie di Beta

Buongiorno🌲🌳🌲 In queste giornate particolari del nostro Pianeta Terra, ho ascoltato (ed appreso con gioia) la notizia che c’è la possibilità di raccogliere la legna accumulata lungo i corsi d’acqua della mia Regione (Friuli Venezia Giulia).*** E’ un’ottima notizia per il cittadino (per risparmiare sull’acquisto della legna da ardere) e per l’Ambiente perchè si puliscono […]

RISPETTO per L’ALBERO. — Storie di Beta

Per la giornata mondiale sull’Alzheimer in proiezione nei cinema italiani SANREMO, il film sloveno candidato agli Oscar 2022 — PuntoZip

Il film sloveno che racconta l’amore attraverso una relazione tra una coppia di anziani affetti dal morbo di Alzheimer, sarà nuovamente in proiezione in alcune sale italiane a settembre, mese dedicato a questa malattia, e in particolare il 21 settembre, nell’ambito della Giornata Mondiale dell’Alzheimer, istituita nel 1994 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dall’Alzheimer’s Disease International […]

Per la giornata mondiale sull’Alzheimer in proiezione nei cinema italiani SANREMO, il film sloveno candidato agli Oscar 2022 — PuntoZip

Linea Verde Start alla scoperta del Friuli —

Il Friuli Venezia Giulia è al centro di “Linea Verde Start”, in onda sabato  17 settembre   alle 12 su  Rai 1. Il percorso di Federico Quaranta seguirà un filo conduttore, che è quello dell’acqua. Acqua di mare, quella dell’Adriatico, e l’acqua dei fiumi, come quella del Tagliamento. È l’acqua ad aver determinato la storia […]

Linea Verde Start alla scoperta del Friuli —

Feste tradizionali slovene: Žegen a Camporosso – Žabnice

 La Val Canale, Kanalska dolina in sloveno, si estende per una ventina chilometri nell’estremo nordest del Friuli Venezia Giulia. Vista la sua posizione, è stata da secoli uno snodo tra Europa mediterranea e centrale, ma soprattutto un crocevia tra popoli slavi, germanici e latini. La valle è appartenuta per secoli al Ducato di Carinzia e una parte al Ducato di Carniola (sotto l’Impero d’Austria), diventando territorio italiano solo con il Trattato di Saint-Germain del 1919.

A causa delle alterne vicende storiche e politiche, la popolazione locale di lingua slovena (oggi tutelata dalla legge dello Stato italiano 482/99 in materia di minoranze linguistiche) non ha avuto vita facile, soprattutto per quanto riguarda la tutela e la conservazione del proprio patrimonio culturale e linguistico. Ma nonostante ciò, ancora oggi è vivo il dialetto locale sloveno chiamato “ziljsko narečje”, e la comunità continua a mantenere antiche usanze tramandate di generazione in generazione. La vita culturale della comunità è scandita da feste tradizionali che si svolgono nel periodo natalizio, ma soprattutto in estate. Tra le più sentite è la festa chiamata “žegen”.

Il delizioso borgo di Camporosso/Žabnice in Val Canale.

Debutto in società

In un altro articolo vi avevamo parlato dello “žegen” che si svolge nel paese di Ugovizza – Ukve nella seconda metà di luglio. Oggi invece vi vogliamo raccontare di un altro “žegen”, che viene celebrato a Camporosso (Žabnice in sloveno) a inizio settembre, in occasione della ricorrenza di Sant’Egidio (Svet Ilen nel dialetto sloveno locale). Anche in questo caso i protagonisti della festa sono i ragazzi e le ragazze che compiono 18 anni – una sorta di debutto in società, eco di antichi riti di iniziazione che segnavano l’accoglimento dei giovani nella comunità come membri attivi.

I 4 neodiciottenni del 2021, pronti all’ingresso in società.Un tempo questo rito coincideva con la chiamata al servizio militare, ed era quindi riservato solo ai maschi. Ma i tempi moderni, con il calo demografico e l’emigrazione, hanno portato a un cambiamento radicale da questo punto di vista. La “konta”, come viene chiamato il gruppetto di giovani debuttanti vestiti con abiti tradizionali che sfilano allo “žegen”, è oggi composta sia da ragazzi che da ragazze.continua a leggere https://www.slovely.eu/2022/09/02/feste-tradizionali-zegen-camporosso/

SPECCHIO arteRICICLOSO! 🥰

Storie di Beta

Buongiorno ricicloso! 💚🌍

Giornate di “cambio-stagione” iniziate a casa-Beta & C. !

Aiutata anche dal bel tempo 🌞 è tutto un togli, pulisci, rimetti, …

Armadi, cassetti, mensole, … uno alla volta, con calma, “non ci corre dietro nessuno”😉, vengono visionati e risistemati, in bell’ordine, dopo aver fatto le fatidiche domande “Questo 👒 lo teniamo?”Quella 👕👟 la metti ancora?”. (***)

Fra le cose …

… “gironzolava” una bella trousse ormai “struccata”😉dalle matite, ombretti, rossetti, … troppo carina per buttarla! Che fare? 🤔

Un “Quadro-Specchio”! Ho staccato tutti i trucchi dal coperchio e, per non vedere il bordino con i segni della cerniera, l’ho orlato con dei pizzi di passamaneria uniti con la colla vinilica.

Sul retro ho incollato un gancetto per appendere et …

… voilà! Lo specchio Beta-Van Eyck !😀😊#fantasianonmimanca

Ricorda un pò lo specchio nel dipinto “Ritratto dei coniugi Arnolfini” di Jan Van Eyck, vero?

View original post 232 altre parole