Pubblicato in: attualità

Torna l’ora solare

 Come ogni anno a fine ottobre, torna l’ora solare. Il passaggio (che nei dispositivi elettronici avverrà in automatico) avverrà nella notte tra sabato 29 a domenica 30 ottobre, alle 3, quando le lancette torneranno indietro di un’ora. 

L’ora solare rimarrà in vigore fino a fine marzo e ci farà guadagnare un’ora di sonno in più, ma avremo un’ora in meno di luce alla sera. Il cambio dell’ora è stato introdotto per la prima volta in Europa nel 1966 con l’obiettivo di consumare meno energia: con l’ora solare, infatti, è possibile godere della luce naturale un’ora in più al mattino. Tuttavia, una petizione organizzata da Change.org ha richiesto di abolire l’ora solare, in favore del mantenimento di quella legale tutto l’anno. Sembra che un’ora di luce in più nel pomeriggio possa avere un impatto rilevante sul risparmio energetico. Secondo la proposta di Change.org, la cui petizione ha raggiunto circa 265.000 firme, mantenere l’ora legale porterebbe a risparmiare un miliardo di euro di spese energetiche, e avrebbe effetti positivi sulla salute. Infatti, secondo un report pubblicato sulla rivista Lancet Regional Health, i veri vantaggi dal punto di vista del risparmio energetico sarebbero apportati dall’ora legale, più che da quella solare: un’ora di luce in più nel pomeriggio sarebbe fondamentale per il portafoglio degli italiani. Dal 2004 al 2021, si legge sul sito di Terna, l’ora legale in Italia ha portato a un risparmio complessivo di circa 10,5 miliardi di kWh, equivalente a un risparmio per i cittadini di oltre 1,8 miliardi di euro.https://www.wired.it/article/ora-solare-cambio-2022-quando/#:~:text=Come%20ogni%20anno%20a%20fine,torneranno%20indietro%20di%20un’ora.

Io avrei preferito mantenere l’ora legale tutto l’anno?E voi?

Pubblicato in: friuli, reblog

Il proverbio friulano della settimana

di Vita nei Vita Nei Campi

“San Simon al puarte vie le golesion (si mangie dôs voltes in dì). Letteralmente San Simone, il 28 ottobre, porta via la colazione, si mangia due volte al giorno ed è da riferire all’accorciamento della giornata. D’estate, con le giornate lunghissime e la sveglia vero le 4 c’era tempo anche per la colazione. Ora non più. Ma se avete altre interpretazioni fatecele sapere.