Pubblicato in: letteratura

Un bambino al mare

 Il grandissimo Gianni Rodari ci accompagna tutto l’anno … anche a #Ferragosto!

-Un bambino al mare –

Conosco un bambino così povero

che

non ha mai veduto il mare:

a Ferragosto lo vado a prendere

in treno a Ostia lo voglio portare.

“Ecco, guarda, gli dirò

questo è il mare, pigliane un po’!”

Col suo secchiello, fra tanta gente,

potrà rubarne poco o niente:

ma con gli occhi che sbarrerà

il mare intero si prenderà.

.

.#GianniRodari

Pubblicato in: letteratura, reblog

NIČ O LJUBEZNI/NIENTE SULL’ AMORE

da fb

NIČ O LJUBEZNI / Lucija Stupica

Kako to razumem?

Da brcam v meglo,

a se dotikam.

Vem, nekaj je, nečesa ni.

Pa vendar je lastovka,

vrača se vsakič znova

in se vsakič znova skozi kopreno

obrača k svojim prisluškovalcem.

Ker je James Tate Finec,

sem lahko Španka s predrobno

nogo in drhtečim krilom.

In ob vsem tem še nisem nič

rekla o ljubezni.

Niente sull’amore / Lucija Stupica

Come lo spiego?

Che tiro calci alla nebbia,

ma sfioro qualcosa.

Lo so, qualcosa c’è e non c’è.

E comunque è una rondine,

fa ritorno di nuovo e ancora

ed ogni volta di nuovo attraverso il velo

si volge a chi sta in suo ascolto.

Se James Tate è finlandese,

io posso essere spagnola con una gamba

troppo esile e la gonna tremolante.

E in mezzo a tutto questo non ho ancora

detto niente sull’amore.

Traduzione di Michele Obit

Lucija Stupica è nata nel 1971 v Šmarje pri Jelšah. Ha frequentato la Facoltà di architttura a Lubiana. Tra il 1997 e il 2004 ha collaborato con la rivista Gloss, dal 2004 scrive per le riviste Hiše e Flash.Nel 2001 ha pubblicato la sua prima raccolta poetica, “Čelo na soncu”, che ha ottenuto il premio come miglior libro esordiente, seguita da “Vetrolov” (2004) e “Otok, mesto in drugi” (2008). Nel 2006 è uscita, tradotta in croato, la raccolta “Pulsiranje”, mentre con il titolo “Lange Wintertage” è stata anche pubblicata una miscellanea di sue poesie tradotte in tedesco da Ludwig Hartinger. Suoi versi sono stati inclusi in antologie slovene e di altri Paesi, oltre che in riviste americane, macedoni, bosniache, italiane e finniche.
Vive in Svezia.

Lucija Stupica è stata ospite di Casa della poesia nella primavera 2012 nell’ambito di un progetto di “poeti in residence”.

Ha preso parte sempre nel 2012 alla manifestazione “La poesia resistente! Incontri internazionali” (Salerno).