Giornata Internazionale contro l’ omofobia, la bifobia e la transfobia — Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Avete visto il film di Walt Disney “Lilo e Stitch”?Quando arriva l’astronave che deve riportarlo a casa, Stitch pronuncia una frase diventata famosa: “Famiglia vuol dire che mai nessuno viene abbandonato o dimenticato”.  È la più bella definizione di famiglia e, in un certo senso, di società che ci viene in mente oggi, 17 maggio, […]

Giornata Internazionale contro l’ omofobia, la bifobia e la transfobia — Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Presentazione della nuova edizione della raccolta di poesie Kosovel “Quel Carso Felice” al festival Duino & Book

 Quest’anno ricorrono 95 anni dalla morte prematura di Srečko Kosovel (morì il 27 maggio 1926, quando aveva solo 22 anni). In questo anniversario, una serata speciale sarà dedicata al poeta del Carso, che nonostante la sua giovinezza è passato alla storia come uno dei più importanti poeti sloveni ed era anche conosciuto come lo sloveno Rimbaud, nell’ambito del festival Duino & Book – Storie di pietra, angeli e vino . Lunedì 17 maggio, alle 18:00, una nuova edizione della raccolta di poesie Kosovel “Quel Carso Felice” sarà presentata presso la sede della SKD Igo Gruden a Opicina nell’ambito del set “Storie di pietra”.. La raccolta è stata pubblicata per la prima volta da Transalpina con l’aiuto del Fondo Trubar dell’Associazione degli scrittori sloveni nel 2017 ed è stata ristampata lo scorso anno. Contiene quaranta poesie liriche dedicate da Kosovel alla sua amata terra carsica. Le poesie sono state selezionate e tradotte da Miha Obit, che lunedì presenterà anche il libro. Sarà intervistato dal poeta triestino Christian Sinicco. Va aggiunto che la raccolta di Kosovel nel 2018 è stata il libro più venduto nella libreria slovena di Trieste TKS 360, e la casa editrice Transalpina ha ricevuto un premio speciale per essa nell’ambito dei premi nazionali di traduzione “Premi nazionali per la traduzione” assegnati dalla Direzione Generale per le Biblioteche e le Istituzioni Culturali del Ministero per i Beni Culturali, Attività Culturali e Turismo a case editrici e traduttori il cui lavoro contribuisce al rafforzamento dei contatti interculturali e ad una migliore conoscenza reciproca tra l’italiano e le altre culture, o con i loro risultati di traduzione creano un ponte tra di loro. La serata letteraria sarà introdotta a Nabrežina dal presidente della SKD Igo Gruden Mariza Skerk e da Massimo Romita, presidente del gruppo Ermada Flavio Vidonis, principale promotore del festival, sostenuto anche dal Land of FJK. All’organizzazione della serata partecipano anche il Lions Club Devin – Opicina e l’Associazione Culturale e Sportiva Ajser 2000. che è stato anche sostenuto dal Land of FJK. All’organizzazione della serata partecipano anche il Lions Club Devin – Opicina e l’Associazione Culturale e Sportiva Ajser 2000. che è stato anche sostenuto dal Land of FJK. All’organizzazione della serata partecipano anche il Lions Club Devin – Nabrežina e l’Associazione Culturale e Sportiva Ajser 2000.Il Duino & Book Festival, organizzato per l’ottava volta, è iniziato il 1 maggio e si concluderà a dicembre. Con più di ottanta eventi, collegherà cinque paesi europei (Italia, Austria, Slovenia, Croazia e Germania), nove paesi italiani (oltre al nostro, Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Lazio, Piemonte e Liguria , così come molte città e capitali). I partner ufficiali del Gruppo Ermada Flavio Vidonis in questo progetto sono i Comuni di Koprivno, Montereale Valcellina, Prapotno, Terracina (nella provincia lettone di Latina), Buje (in Croazia), il Musei di Bologna – Bologna Revival Museum, l’Associazione Nazionale Città del Vino di Siena, l’Università della Terza Età di Trieste, la locale Associazione Genitori Rilke e il Gruppo Speleologico Flondar, con la partecipazione di oltre 110 altre istituzioni, società e organizzazioni.
tradotto dal Novi Matajur

Poeti del litorale sloveno

La poesia di Srečko Kosovel: "Tra Carso e caos. Pre/sentimenti"

Srečko Kosovel (1904 – 1926)nella traduzione di Jolka Milič (1926 – 2021)

Sono e non mi chiedo il perché

Sono e non mi chiedo il perché ,

la mia parola è che sono qua ;

cresco tranquillo in questo luogo sereno

come crescessi dalla pace.

Dietro le cascine, i prati, gli orti,

come illuminati dai sogni,

dietro stretti sentieri e gli steccati

si è disteso il silenzio sopra i campi.[…]

Dalla raccolta Il mio canto. Moja pesem, a cura di J. Milič