Boris Pahor, Quello che ho da dirvi — Sonnenbarke

Boris Pahor, Quello che ho da dirvi, nuovadimensione, 2015. Boris Pahor è triestino sloveno, infatti scrive tutti i suoi libri in sloveno. Nato nel 1913, ha la bellezza di 108 anni (!) ed è stato più volte candidato al premio Nobel per la letteratura. Questo libro nasce dalle conversazioni che ha avuto con alcuni studenti […]

Boris Pahor, Quello che ho da dirvi — Sonnenbarke

Riapre fino al 16 maggio la mostra “Sandro Miller. Malkovich, Malkovich, Malkovich. Homage to Photographic Masters” — PuntoZip

Riapre fino a domenica 16 maggio 2021 al Magazzino delle Idee di Trieste la mostra  Malkovich, Malkovich, Malkovich. Homage to Photographic Masters  del fotografo americano Sandro Miller, a cura di Anne Morin e Simona Cossu, presentata per la prima volta in Italia. L’esposizione è organizzata dall’Ente regionale per il patrimonio culturale Erpac, in collaborazione con diChroma Photography, La Chrome di…

Riapre fino al 16 maggio la mostra “Sandro Miller. Malkovich, Malkovich, Malkovich. Homage to Photographic Masters” — PuntoZip

il ciclo di incontri online sulla castanicoltura nelle Valli del Natisone e del Torre

Inizia oggi il ciclo di incontri online sulla castanicoltura nelle Valli del Natisone e del Torre a partire dall’esperienza dell’ASFO Erbezzo

Oggi, lunedì 26 aprile, parte un ciclo di incontri online che si svolgeranno ogni lunedì fino al 24 maggio, dalle 18 alle 19.30, sulla piattaforma Zoom e saranno dedicati alla castanicoltura nelle Valli de Natisone e del Torre. Le attività, aperte a tutti, prevedono il coinvolgimento diretto anche del Comune di Stregna e della Kmečka zveza – Associazione Agricoltori e di altri portatori di interesse. L’iniziativa sarà coordinata dal dott. Francesco Chiabai (per maggiori info: chiabai.francesco001@spes.uniud.it), assessore del Comune di Stregna e dipendente della Kmečka zveza, con la collaborazione del dott. Luca Postregna, sindaco del Comune di Stregna e portavoce dell’ASFO Erbezzo, e della dott.ssa Ivana Bassi, docente dell’Università di Udine, Dipartimento di Scienze agroalimentari, ambientali e animali. Durante il primo incontro verrà presentata l’iniziativa e sarà avviata l’analisi di contesto delle criticità ed elementi da valorizzare della castanicoltura a Stregna e nelle Valli del Natisone, che verrà approfondita il 3 maggio. Il 10 maggio verranno condivise le criticità più rilevanti e definiti gli obiettivi, mentre gli ultimi due incontri saranno dedicati alla pianificazione dei risultati attesi, delle attività e del cronoprogamma.
L’iniziativa fa seguito al percorso partecipativo, promosso dall’ASFO Erbezzo, dal Comune di Stregna e dall’Università di Udine nei primi mesi del 2021, volto a contrastare l’abbandono del territorio e valorizzare il paesaggio identitario. Uno degli obiettivi specifici emersi è proprio la valorizzazione della filiera del castagno, anche parallelamente alla valorizzazione paesaggistica ed esperienziale ed alla commercializzazione dei prodotti.
Per accedere all’incontro online clicca QUI

FONTANA di paese

Potrebbe essere un'immagine raffigurante attività all'aperto
Lusevera-Bardo

La fontana del paese

Vengo spesso al crocicchio di questo paese montano,
dove l’aria è salutare e mi disseto con l’acqua di fontana.
Come un appuntamento con qualcosa che m’attira,
mi abbracciano i ricordi come un figlio che ritorna.
Tu sei stata attenta al passaggio della storia,
hai dissetato chiunque era stanco
di essere figlio di una guerra.
Tu hai sopportato i lamenti,
hai consolato i loro pianti,
e chiunque beve alla tua fonte,
se ne và con meno rimpianti.
Non è che mi pesa, la salita del paese,
lasciami dissetare,
qualcosa mi dice che un vento d’amore,
se la vita non è ancora spesa,
incontra il sole a un appuntamento superiore.
Hai visto nascere ogni cosa dal vento di passione,
e i figli son cresciuti per i sogni della nazione.
Ambulanti, pionieri, dottori e infermieri,
tutti da te, ad una pausa, alla fermata di corriera.
Ma tu che dai la vita a chi và sempre di corsa,
tu che non hai mai pianto perchè non hai sesso,
dimmi se non soffri, se non ci pensi adesso,
o se sei mai stata stanca.
Dimmi se sei stata mai ammalata,
se hai sorriso ad un bimbo sporco di cioccolata.
Se hai visto passare il vento di ponente,
o la pioggia battente dissetarsi alla tua fonte.
Un giorno, un passero smarrito ha lenito le tue ferite,
asciugando i rigagnoli di ghiaccio sulla tua fronte.
Con un cucciolo di cane poi si è divertito,
e li ho visti fuggire all’orizzonte.
Poi ti ho vista tremare nei discorsi fugaci,
quando volevano abbatterti per un autostrada veloce.
Ma sei sempre stata quì, a dissetare in questo campo,
e a chiunque, in ogni tempo, hai sempre acceso un lampo.
E adesso che ci penso, non è che mi sento smarrito,
vederti ogni tanto mi fa sentire appagato.
Vengo quì e non mi lamento,
e mi sa che è con te che ho questo appuntamento.

Licenza Creative Commons

Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0