Pubblicato in: friuli, varie

Covid story

Ogni mattina sfoglio i giornali in Internet:c’è un’ecatombe di persone che muoiono di Covid19.Non vedo l’ora che arrivino i vaccini,sperando che servano.

Covid, il 27 dicembre vaccinazione per 265 persone in Fvg

A breve saranno comunicate le modalità di prenotazione per le categorie individuate

Covid, il 27 dicembre vaccinazione per 265 persone in Fvg

19 dicembre 2020

Saranno 265 le persone che il 27 dicembre si sottoporranno alla prima delle vaccinazioni anti Covid in Friuli Venezia Giulia. A darne notizia sono il governatore Massimiliano Fedriga e il vicegovernatore con delega alla Salute Riccardo Riccardi, al termine di una serie di riunioni operative svoltesi oggi nella sede della Protezione civile di Palmanova, nel corso delle quali sono stati definiti i dettagli tecnici dell’operazione, che vedrà interessato in prima battuta il personale sanitario della regione.

“Quella che prenderà il via il 27 dicembre – hanno detto Fedriga e Riccardi – è la campagna di vaccinazione così come definita dal Governo e dal commissario Arcuri. Le prime 265 dosi verranno somministrate in una sede che verrà resa nota nei prossimi giorni, con l’obiettivo di completare le inoculazioni nell’arco di 48/72 ore. A curare la somministrazione sarà il personale sanitario, che verrà formato dall’Istituto superiore di sanità”.

Dal giorno successivo la struttura commissariale dovrebbe mettere a disposizione della Regione ulteriori dosi con le quali si andrà ad estendere la vaccinazione del personale già definito come target a livello nazionale, ossia coloro che operano all’interno del Sistema sanitario del Friuli Venezia Giulia e nelle strutture residenziale per anziani, nonché gli ospiti di queste ultime.

“In questo secondo caso – aggiungono il governatore e il vice – l’operazione sarà compiuta nelle sedi già individuate dalla Regione. Anche in questo caso la somministrazione sarà garantita da una squadra composta da cinque persone sotto osservazione medica“.

Nelle prossime ore prenderà infine il via l’operazione con la quale saranno comunicate le modalità di prenotazione della vaccinazione per le persone appartenenti alle categorie individuate.

https://www.ilfriuli.it/articolo/salute-e-benessere/covid-il-27-dicembre-vaccinazione-per-265-persone-in-fvg/12/233451

Voi siete favorevoli alla vaccinazione? Io appena possibile mi vaccinerò,perchè non c’è altra via per proteggersi dal virus.

https://websulblog.blogspot.com/2020/12/vi-consiglio-di-leggere-questo-post.html

Pubblicato in: friuli, luoghi, varie

Il miele di Cergneu fa parlare di sé

I tipi di miele che si sono distinti a Pantianicco/Sorte medu, ki so se izkazale v Pantianiccu

Buoni piazzamenti per l’azienda agricola Le Rubide al concorso mieli Città di Pantianicco 2020, giunto alla 30a edizione.

Il concorso è organizzato ogni anno dal Consorzio apicoltori della provincia di Udine, dalla Pro Loco di Pantianicco e dall’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente, col patrocinio del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria. A causa della pandemia di Covid-19 l’edizione di quest’anno si è svolta un po’ in sordina, ma comunque con una discreta partecipazione da parte degli apicoltori e riscontrando un’elevata qualità tra i mieli presentati.

Le arnie di Le Rubide/Panji kmetije Le Rubide

Dall’azienda agricola Le Rubide, la titolare Luisa Capitan è contenta: «Il concorso si svolge su base volontaria, tramite il Consorzio apicoltori della provincia di Udine. Vengono inviati alcuni campioni di miele, che vengono degustati da una giuria qualificata. Abbiamo partecipato con tre campioni». Quello di castagno è stato classificato nel range ottimo (83,7 punti), come anche quello di acero (83,0), che rientrava nella categoria mieli rari. Sempre in quest’ultima categoria, quello di acero-ciliegio è stato classificato come eccellente (90,0). «Per noi si tratta di un buon risultato», aggiunge Luisa, che nelle attività di Le Rubide è aiutata dal marito, Francesco Turco. Al momento producono miele e ortaggi. L’azienda agricola è, tra l’altro, associata alla Kmečka zveza, ha per titolare Luisa Capitan, che è aiutata dal marito Francesco Turco. Al momento produce miele e ortaggi.

Piazzamento eccellente (91,8) anche per il miele millefiori di Mauro Ervas di Puoie/Puoje di San Pietro al Natisone/Špietar. Ottimo (86,8) il suo miele di ciliegio. (Luciano Lister)

https://www.dom.it/med-iz-dolenjene-se-je-izkazal_il-miele-di-cergneu-fa-parlare-di-se/

Pubblicato in: Senza categoria

Dopo 800 anni, torna la “Stella di Betlemme”

Articolo da Grande Napoli

Un Natale diverso, questo del 2020, anche per un evento astronomico totalmente degno di nota.

La “Stella di Betlemme“, infatti, apparirà ai nostri occhi questo Natale.

Un evento super raro che non si verificava da 800 anni, e che avrà luogo nel corso del mese di Dicembre.

Potremo vederla durante l’intero mese corrente, ma in special modo in occasione del solstizio d’inverno che cade il 21. Momento in cui si verificherà l’allineamento tra Saturno e Giove, i due più grandi pianeti del sistema solare che si stanno da tempo avvicinando l’uno all’altro.

E proprio questo avvicinamento apparente tra i due pianeti determinerà il fenomeno.

Una macchia di notevole luminosità nel cielo che in virtù della sua somiglianza ad una cometa viene definita dagli astronomi “Stella di Betlemme”.

Continua la lettura su Grande Napoli

Fonte: Grande Napoli

Autore: Maurizio Guariniello

Licenza: 
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 3.0 Italia.


Articolo tratto interamente da GrandeNapoli.it

articolo pubblicato da https://websulblog.blogspot.com/2020/12/dopo-800-anni-torna-la-stella-di.html

Grazie Vincenzo!